Norme e consigli utili per il trasporto in auto e moto

Come portare i nostri amici a quattro zampe in totale sicurezza e nel rispetto del codice della strada Il trasporto in auto o in moto di animali domestici è ormai diventato un qualcosa che fa parte della nostra quotidianità, un’abitudine consolidata. Per farlo nel pieno rispetto delle regole e in totale sicurezza bastano alcuni essenziali accorgimenti. Per ciò che riguarda la normativa, gli articoli 169 e 170 del Codice della Strada contengono commi specifici volti a regolamentare il trasporto in auto e in moto degli animali domestici: l’articolo 169 è relativo al trasporto degli animali domestici in automobile, il 170 riguarda le moto. Si tratta di sanzioni e disposizioni generali previste nel caso di infrazione.

ANIMALI DOMESTICI IN AUTO Secondo l’articolo 169 comma 6, sulle comuni automobili o simili, ovvero veicoli diversi da quelli normalmente ed espressamente adibiti al trasporto degli animali “è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida”. La norma vuole garantire che l’auto che viaggia con a bordo uno o più animali domestici non possa costituire un pericolo dovuto ad un trasporto improprio o scorretto: ciò non vuol dire che non sia possibile viaggiare in auto con il vostro cane o gatto. Gli animali domestici, infatti, possono viaggiare tranquillamente all’interno dell’abitacolo, purché non abbiano possibilità alcuna di disturbare o intralciare la guida del conducente dell’auto. L’articolo 169 non contempla riferimenti alla sicurezza dell’animale, pertanto, in tali situazioni è utile ricorrere al buon senso ed utilizzare una rete divisoria rigida rimovibile quando l’animale viaggia nel bagagliaio dell’auto (iniziativa ben vista dalle forze dell’ordine in caso di controllo). La rete, infatti, impedisce al cane (di taglia media e grande) di scavalcare i sedili posteriori evitando al conducente distrazioni e possibili incidenti.

ANIMALI DOMESTICI IN MOTO L’articolo 170 comma 5 del Codice della Strada permette il trasporto di cani e gatti su due ruote “purché custoditi in apposita gabbia o contenitore”. Devono essere ben assicurati e non devono sporgere lateralmente rispetto all’asse del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma dello stesso non oltre i 50 centimetri e non impedire né limitare la visibilità al conducente.

TRASPORTINO E CINTURA DI SICUREZZA Il modo ottimale per trasportare i nostri animali domestici, soprattutto durante i lunghi tragitti, è il trasportino. Sistemato perpendicolarmente alla direzione di marcia, della misura giusta e ben ancorato a sedile anteriore o posteriore è il modo più sicuro per far viaggiare un animale domestico di taglia piccola, media e grande. In caso di incidente, oltre a salvaguardare la sicurezza del guidatore e dei passeggeri, limita le possibili conseguenze traumatiche dell’animale stesso. La cintura di sicurezza è un altro espediente che può essere adottato per trasportare un animale domestico in auto. Adatta soprattutto per i cani di taglia media e grande consiste in una imbracatura che viene fissata alla cintura di sicurezza in tre punti diversi. Le cinture di sicurezza per animali sono normalmente in vendita, ma è bene sapere che durante alcuni crash test effettuati con riproduzioni di cani di taglie diverse non sono in grado di garantire del tutto la sicurezza dell’animale.

DUE O PIÙ ANIMALI IN AUTO Sempre secondo l’articolo 169 comma 6 “è consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri”. In questo caso è possibile trasportare due o più cani, ma a patto di utilizzare obbligatoriamente la rete rigida divisoria rimovibile se i cani o i gatti viaggiano nel bagagliaio posteriore e utilizzando gli appositi trasportini o gabbiette nel caso di animali di piccola taglia.

LE SANZIONI Chi infrange le disposizioni previste dall’articolo 169 comma 6 del Codice della Strada rischia una sanzione amministrativa da 87 a 345 euro, nonché la decurtazione di un punto sulla patente. È opportuno ricordare che, se si procede all’installazione di una rete o di una barriera divisoria “fissa” senza richiedere la regolare autorizzazione alla Motorizzazione Civile, che prevede la segnalazione dell’avvenuta modifica sulla carta di circolazione del veicolo, si infrange l’articolo 78 comma 3 del Codice della Strada: il rischio è una pesante sanzione da 431 a 1.734 euro. Tali violazioni importano la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della carta di circolazione. La sanzione per chi trasporta animali in moto non correttamente consiste in una multa da 83 a 333 euro e la decurtazione di un punto sulla patente.

CONSIGLI UTILI Prima di partire per una passeggiata o per un viaggio più o meno lungo con il vostro animale domestico è importante allenarlo un po’, magari effettuando dei piccoli spostamenti per vedere come reagisce, se è calmo o nervoso in auto o in moto. E’ utile sapere che anche gli animali domestici possono soffrire il mal d’auto (cinetosi): in questo caso è opportuno rivolgersi al proprio veterinario che potrebbe consigliare anche l’utilizzo di un farmaco o di una terapia comportamentale. Il trasportino: adottate qualche trucco per fare entrare l’animale e farlo stare a proprio agio, come ad esempio, premiare il vostro cucciolo con dei bocconcini particolarmente appetitosi. Fissate il trasportino più saldo possibile, cercate di evitare gli spostamenti sul sedile. Prima di partire meglio non esagerare con i croccantini, mentre l’acqua, come per noi umani, è importantissima e non deve mai mancare prima, durante e dopo un viaggio. Evitate di viaggiare con i vostri animali domestici durante le ore più calde: aria condizionata sì, ma con moderazione e, di tanto in tanto, aprite i finestrini e cambiate l’aria, ma sempre con moderazione evitando possibili colpi d’aria. In caso di lunghi viaggi, una sosta ogni due ore circa per cani e gatti è l’ideale.

(D.R.)